© 2015 by Massimiiliano Martinato

  • Facebook App icona
  • Instagram-icon
  • Google+ Classic
  • LinkedIn App Icon

August 26, 2019

Please reload

August 26, 2019

Please reload

Post Recenti
In Evidenza

ANSIA. COME RICONOSCERLA E AFFRONTARLA. TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE.

È normale sentirsi ansiosi quando si affrontano delle situazioni che rappresentano una sfida, come un colloquio di lavoro, un esame universitario o un primo appuntamento.

 

Ma se le paure e le preoccupazioni ci impediscono di vivere la vita come vorremmo, questo rappresenta il primo segnale di un possibile disturbo d’ansia. Esistono differenti tipi di ansia e, almeno, altrettanti trattamenti e tecniche adeguati per affrontarla in modo efficace.

 

Ecco alcuni passi utili che puoi fin da subito seguire per ridurre i sintomi dell’ansia e riprendere il controllo sulla tua vita:

  1. Impara a riconoscere i sintomi dell’ansia;

  2. Lascia che diventi una priorità confrontarti con persone che ti possono supportare;

  3. Fai attività fisica, non restare seduto per più di un’ora di fila;

  4. Cerca di dormire abbastanza da sentirti ben riposato e pieno di energie;

  5. Utilizza tecniche di rilassamento, quali la Mindfulness;

  6. Tieniti informato leggendo articoli di psicologia riguardanti questo argomento; conosci a fondo il nemico per affrontarlo e sconfiggerlo nel più breve tempo possibile.

 

TUTTI I SINTOMI

 

In aggiunta ai sintomi principali dell’ansia, cioè eccessiva paura e preoccupazione, altri sono:

  • una sensazione di timore e apprensione continua;

  • stare sempre all’erta per i segnali di pericolo;

  • anticipare gli eventi negativi;

  • problemi di concentrazione;

  • irritabilità;

  • disorientamento e vuoti di memoria.

 

L’ansia non si presenta solo attraverso manifestazioni psicologiche, ma coinvolge un ampio numero di sintomi fisici.

 

Spesso alcune persone scoprono di soffrire d’ansia proprio quando si recano dal medico per problemi fisici, quali:

  • tachicardia;

  • eccessiva sudorazione;

  • mal di testa;

  • disturbi di stomaco;

  • capogiro, vertigini;

  • tensione muscolare, contrazioni;

  • tremori;

  • insonnia.

 

Gli attacchi d’ansia, conosciuti anche come attacchi di panico, sono episodi di intensa paura e panico.

 

Di solito gli attacchi di panico avvengono improvvisamente e senza preavviso. Spesso ci può essere un evento scatenante quale il rimanere bloccati nell’ascensore o il continuare a pensare ad un evento stressante quale un esame o un discorso da tenere in pubblico.

 

 

Gli attacchi d’ansia raggiungono il loro picco nei primi 10 minuti, e, raramente, durano per più di 30 minuti.

 

Durante quel breve periodo di tempo la paura può essere così grande che è come se si sentisse di morire o di perdere totalmente il controllo da un momento all’altro. I sintomi fisici spesso sono talmente forti che, durante un attacco di panico, le persone sono così terrorizzate da pensare che gli stia venendo un attacco di cuore.

 

Quando un attacco d’ansia si conclude, rimane la costante paura e preoccupazione di averne un altro, particolarmente in un luogo pubblico dove nessuno che conosciamo possa aiutarci e dal quale sia impossibile scappare.

 

Quali sono i sintomi di un attacco di panico?

  • Sensazione di travolgente ondata di panico;

  • Sensazione di perdere il controllo;

  • Tachicardia, dolori al petto;

  • Sensazione di perdere i sensi;

  • Problemi di respirazione e sensazione di soffocamento;

  • Iperventilazione;

  • Brividi di freddo, vampate di calore;

  • Tremori e vertigini;

  • Nausea, crampi allo stomaco;

  • Sentirsi vuoto e distaccato.

È importante cercare aiuto quando si inizia ad evitare posti e situazioni per la paura di avere un attacco di panico. La buona notizia è che gli attacchi di panico sono altamente trattabili; soprattutto se trattati in tempo. Alcune persone riescono a liberarsi dagli attacchi di panico dopo solo 6-8 sedute.

 

Come puoi aiutarti da solo?

 

Non tutte le persone ansiose e che si preoccupano soffrono di un Disturbo d’Ansia. Una persona potrebbe sentirsi ansiosa a causa dei pressanti impegni giornalieri, a causa di mancanza di esercizio o sonno, a causa di continue pressioni sul posto di lavoro, o perfino a causa di eccessivo consumo di caffè.

 

Quando si conduce uno stile di vita stressante, c’è molto più probabilità di sentirsi ansiosi, senza essere necessariamente affetti da un disturbo d’ansia.

 

Se senti che, in questo particolare momento della tua vita, ti stai preoccupando troppo, prenditi un po’ di tempo per valutare se ti stai prendendo cura di te stesso.

Prova a rispondere a queste semplici domande:

  • Ti ricavi del tempo, durante il giorno, per divertirti e rilassarti?

  • Hai il supporto emotivo di cui hai bisogno?

  • Ti stai prendendo cura del tuo corpo?

  • Sei sommerso dalle responsabilità?

  • Chiedi aiuto quando ne senti il bisogno?

 

Se il tuo livello di stress ha superato il limite di sopportazione, semplici tecniche di gestione dello stress potrebbero aiutarti. Potresti delegare alcune responsabilità agli altri se possibile. Se ti senti isolato e senza supporto, trova una persona di fiducia con cui confidarti. Il solo parlarne può aiutarti a sentirti più calmo e rilassato.

 

ALCUNI CONSIGLI PER AFFRONTARE EFFICACEMENTE L’ANSIA

 

CONNETTITI CON GLI ALTRI. Solitudine e isolamento non faranno altro che aggravare i sintomi ansiogeni. Diminuisci drasticamente la vulnerabilità intrattenendo relazioni faccia a faccia con persone supportive ed empatiche.

 

PRATICARE TECNICHE DI RILASSAMENTO come la meditazione Mindfulness o altri tipi di meditazione.

 

PRATICARE ATTIVITÀ FISICA REGOLARMENTE. Attività aerobica per 30 minuti al giorno, come correre, nuotare, ballare o arti marziali, costituisce un naturale rimedio allo stress e all’ansia.

DORMIRE ABBASTANZA. La mancanza di sonno potrebbe aumentare i pensieri ansiosi; dormire per almeno 7 ore a notte, al contrario, li riduce.

 

DIMINUIRE L’USO DI CAFFEINA, NICOTINA E ALCOL. Queste sono tutte sostanze che non fanno altro che aumentare i livelli di ansia.

 

ALLENA LA TUA MENTE A RESTARE CALMA. Preoccuparsi è un’abitudine mentale che si impara a sconfiggere. Strategie quali creare un tempo di preoccupazione, contrastare i pensieri negativi e ansiosi, e imparare ad accettare l’incertezza riducono significativamente l’ansia e la paura.

 

QUANDO CHIEDERE UN AIUTO PROFESSIONALE?

 

Nonostante che consigli e trucchi per sconfiggere l’ansia possono rilevarsi molto efficaci, quando paure e preoccupazioni diventano così grandi da causare alti livelli di stress, creando gravi disagi nella routine quotidiana, è molto importante cercare un aiuto professionale.

Please reload