© 2015 by Massimiiliano Martinato

  • Facebook App icona
  • Instagram-icon
  • Google+ Classic
  • LinkedIn App Icon

August 26, 2019

Please reload

August 26, 2019

Please reload

Post Recenti
In Evidenza

4 ERRORI PSICOLOGICI CHE COMPIONO GLI ATLETI (e NON SOLO) QUANDO SONO SOTTO STRESS

February 14, 2017

#1 PENSARE TROPPO; mi riferisco, soprattutto, a quando gli atleti provano a cambiare in continuazione tecniche, approccio alla gara, oppure analizzano senza sosta quello che gli sta succedendo; tutte queste soluzioni non fanno altro che peggiorare il problema.

 

La chiave di tutto è quella di cercare di pensare meno e non di più; una mente calma e tranquilla è il miglior modo per ritrovare sicurezza e fiducia, riprendendo così a giocare nel meglio delle proprie capacità e anche di più. Alcune delle metodologie utili a calmare e a rilassare la mente sono:

  1. MEDITAZIONE;

  2. MINDFULNESS;

  3. IPNOSI;

  4. TECNICHE DI VISUALIZZAZIONE CREATIVA.

#2 RIPENSARE AGLI INSUCCESSI PASSATI; rimuginare continuamente sulle occasioni perse in passato porta gli atleti proprio a concentrarsi su quelle performance negative, le sentono, e le rivivono e, di conseguenza, le ricreano sul campo di gioco.

 

Quando pensiamo, sentiamo.

 

Quando ci focalizziamo su esperienze passate negative, è impossibile ottenere risultati positivi.

 

“Concentrati solo sul futuro.”.

 

#3 VINCERE A TUTTI I COSTI; gli atleti, durante una partita, sono molto ansiosi sul vincere o sul perdere.

 

L’eccessiva concentrazione sul risultato, può portare ad un aumento dell’ansia che si ripercuote immediatamente sulla performance sportiva, portando il più delle volte alla sconfitta.

 

#4 PENSARE CHE TUTTI I PENSIERI NEGATIVI FACCIANO MALE; questo punto può essere visto come contro-intuitivo. In realtà anche i campioni dello sport e tutte le persone di successo fanno pensieri negativi.

 

I pensieri negativi ci accompagnano sempre; tengono viva la nostra motivazione e la nostra voglia di combattere e migliorare. Ci danno quella forza e cattiveria in più necessaria per vincere ed avere successo.

 

L’importante è di NON focalizzarsi su di essi, bensì di vederli come neutrali, come delle fantasie o ipotesi e NON come delle realtà oggettive, soprattutto se non sono utili per raggiungere i tuoi obiettivi.

 

In poche parole: “NON CREDERE A TUTTO QUELLO CHE PENSI!”.

Please reload