© 2015 by Massimiiliano Martinato

  • Facebook App icona
  • Instagram-icon
  • Google+ Classic
  • LinkedIn App Icon

August 26, 2019

Please reload

August 26, 2019

Please reload

Post Recenti
In Evidenza

MINDFULNESS per combattere lo STRESS di tutti i giorni

 

La società odierna ci spinge ad essere edonisti e a vivere nell'ottica del fare per avere. La ricerca del piacere è diretta verso il raggiungimento di obiettivi materiali, come la casa, la macchina, le vacanze; più raramente è diretta verso il nostro mondo interiore, anzi ci affanniamo quotidianamente per raggiungere obiettivi sempre più lontani e sempre più difficili; quando, al contrario, per comprendersi meglio, bisognerebbe semplicemente fermarsi, ascoltare il proprio respiro, i propri pensieri e le proprie emozioni.

La Mindfulness ci aiuta ad accettare la realtà che ci circonda per quello che è, a lasciarci andare e a far scorrere i nostri pensieri, praticamente senza fare niente.

Per comprendere meglio come funziona  influisce la meditazione Mindfulness sulla nostra personalità e la nostra identità; possiamo distinguere tre tipi differenti di personalità, ricavati in base al Triangolo della Consapevolezza.

 

Il primo tipo di personalità più basata sul corpo, istintuale che, in pratica, agisce in base alle sensazioni di tipo fisico.

Una seconda, basata sulla mente, e, quindi sui nostri pensieri, più razionale che agisce in base al ragionamento, facendo scelte più oculate e attente. Sfortunatemente le persone con questo tipo di personalità, che fanno affidamento solo ai loro pensieri, tendono a sconnettersi dal proprio corpo, come se fosse qualcosa di estraneo da loro.

Infine esiste un terzo tipo di personalità, quella più emotiva, le persone agiscono in base alle emozioni che sentono, alle sensazioni che la situazione gli fornisce in un dato momento; effettuando le loro scelte secondo la qualità positiva o negativa delle emozioni che provano.

Secondo questa suddivisione delle personalità umana, siamo in un certo qual modo tutti incompleti; c'è chi è troppo emotivo, chi troppo istintivo e chi, invece, pensa troppo. La Mindifulness è in grado di integrare questi tre tipi psicologici in uno solo, completando, la nostra personalità; in modo tale da permetterci di agire e reagire consapevolmente in ogni situazione, sia favorevole che avversa. Questa pratica ci permette di entrare a contatto con noi stessi in modo completo.

La Mindfulness ci guida attraverso una dimensione di accettazione della realtà che ci circonda, anche del dolore fisico e della sofferenza psicologica. L'accettazione del dolore più che la sua negazione ci aiuta a gestirlo e a recuperare.

L'accettazione del dolore è la prima verità del Buddha, secondo la quale la guarigione inizia proprio dall'accettazione della sofferenza. Infatti, secondo la dottrina Buddhista, la sofferenza è proprio legata all'inconsapevolezza, all'avversione al dolore e all'attaccamento alle cose materiali.

La Mindfulness non è una terapia, costituisce, piuttosto, uno spazio di consapevolezza dove ognuno deve trovare la propria strada. Essere consapevoli che in un determinato momento mi sta accadendo qualcosa, mi sarà utile per gestire emozioni forti e dirompenti come la rabbia; imparo a stare sulle emozioni, non tento di eliminarle, ma a gestirle.

La Mindfulness ci aiuta ad incrementare la resilienza, in un periodo della vita in cui si sta attraversando la tempesta, ci permette di liberare la mente e di fare una pulizia complessiva nei nostri pensieri che, in alcuni momenti, sembrano perseguitarci.

Tuttavia esistono degli ostacoli alla meditazione Mindfulness che si riescono a contrastare solo con la pratica e l'esperienza. Questi ostacoli sono:

  • il sonno;

  • l'avversione;

  • l'attaccamento;

  • il dubbio.

Please reload